CICLISMO. Matera 27/05/18 – Memorial Adriano pedicini 2 ^ edizione.

  

 

 

Un mazzo di fiori e un minuto di raccoglimento nel punto tragico in cui Adriano Pedicini è volato in cielo. E’ stato questo il momento che ha commosso tutti i ciclisti che hanno partecipato in mattinata al secondo memorial cicloturistico “Adriano Pedicini”, fortemente voluto dal presidente dell’associazione Bici Club Matera gruppo ciclistico “Adriano Pedicini”, Giovanni Gentile e dal fratello di Adriano, Nunzio Pedicini. Un appuntamento importante che è arrivato dopo quel tragico 3 agosto 2015, quando Adriano Pedicini è stato colpito da un fulmine beffardo mentre percorreva in bici un tratto stradale presso il bivio per Montescaglioso, di ritorno verso Matera dopo un pranzo con i parenti nella vicina Ginosa. Funzionario della Polizia di Stato, consigliere comunale e grande appassionato di ciclismo, Adriano Pedicini ha sempre amato il ciclismo, sport che praticava con grande dedizione. Per tenere vivo il suo ricordo è stata promossa dal Bici Club Matera il secondo memorial che porta il suo nome, diverse società ciclistiche partecipanti Santa Maria degli Angeli di Assisi, Leonessa Takler Altamura , Matera Cycling, Baser Matera, e  Bici Club Matera “Adriano Pedicini”. Oltre 70 i corridori iscritti molti di questi amici di sempre di Adriano Pedicini. Uniti dall’amore per il ciclismo, hanno pedalato insieme durante 60 chilometri in bici, da Matera a Montescaglioso e ritorno nella città dei Sassi con partenza e arrivo fissati sul piazzale antistante del Municipio. Sul piazzale antistante il Comune di Matera sono state premiate le prime tre delle squadre classificate1° Santa Maria degli Angeli di Assisi2°Matera Cycling 3° Leonessa Takler Altamura. 

 

     

 

Premiata Rondinone Rosy  della Matera Cycling unica donna partecipante, premiato anche il ciclista più longevo, il tedesco Olaf Scheidsteger, 66 anni, originario di Mannehim che sceglie ogni anno di vivere tre mesi in Italia, a Costa di Trex, una frazione della città che ha dato i natali a San Francesco, per coltivare la sua grande passione, il ciclismo. 20 anni fa ha effettuato un personale giro d’Italia e l’inossidabile ciclista tedesco ci svela un aneddoto: “Avevo bucato e mi sono fermato a Matera per riparare la bicicletta. Sono rimasto folgorato dalla bellezza della vostra città e mi sono fermato per due giorni. E’ stata una grande emozione per me ritornare oggi in occasione del Memorial Pedicini. A distanza di venti anni ho trovato una città più grande, moderna, pulita, con nuovi palazzi. Matera regala sempre un’emozione”. Grande emozione ha suscitato anche la consegna da parte della squadra di Santa Maria degli Angeli agli organizzatori del Bici Club Matera di una Croce di San Damiano, uno dei simboli di Assisi. Alle squadre sono stati consegnati tre premi artistici gentilmente offerti da artisti materani: un quadro realizzato dall’artista Mimmo Taccardi, un cucù e un’opera in terracotta che rappresenta i Sassi di Matera realizzati da Mario Daddiego e una scultura in terracotta che raffigura un artigiano materano di Michele Pentasuglia. Presente alla manifestazione anche Carmine Acquasanta, presidente regionale della Federazione Ciclistica Italiana. L’evento sportivo è stato organizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana e inserito nel campionato regionale di Cicloturismo 2018.

Lino De Marsico