Ortocheratologia

L’ortocheratologia (orto-K) consiste nell’applicazione di lenti a contatto Rigide Gas Permeabili (RGP) con lo scopo di controllare la progressione della miopia (fino al 93%), ridurre o eliminare la miopia, ipermetropia e astigmatismo. L’effetto del trattamento si mantiene se le lenti vengono applicate ogni notte. La sospensione del porto determinerà il ritorno alla situazione originaria in un lasso di tempo variabile, stimabile nell’ordine di pochi giorni. 

L’Orto-K garantisce un miglioramento dell’acuità visiva. Svolgono la loro funzione durante le ore di sonno: si applicano appena prima di coricarsi e si rimuovono al risveglio.

L’ortocheratologia affonda le sue radici negli anni ’50 e ’60,  quando si fanno risalire i primi risultati di rimodellamento corneale per la compensazione della miopia. Nei primi anni ’60 numerosi optometristi svilupparono tecniche di ortocheratologia.Gli anni ’70 portarono alla nascita di nuovi materiali rigidi gas-permeabili. Questo sviluppo ha largamente migliorato igiene ed efficacia nel campo della contattologia.

Sempre negli anni ’70 videro la luce le lenti a geometria inversa, specifiche per l’ortocheratologia. Alfred A. Fontana, O.D., FAAO per primo descrisse l’uso di tali lenti e inizió personalmente a sfruttare questo brevetto. Negli anni ’80 comparvero le prime lenti a geometria inversa marcata. Richard Wlodya concepì il modello OK 3 e il Sig. Nick Stoyan fu il primo a fabbricare questo modello in laboratorio. Andando avanti, negli anni ’90 esordirono le lenti a geometria inversa con curve multiple e lenti a geometria inversa con curva base asferica.

L’ortocheratologia è stata una scienza in continuo cambiamento e continuerà ad evolversi. La loro efficacia e sicurezza è garantita da numerosi studi e pubblicazioni scientifiche facilmente reperibili on-line.

Chi beneficia dell’ortocheratologia

Il target principale per questo tipo di trattamento con lenti a contatto speciali sono i miopi, di tutte le età, con tendenza all’aumento del grado di miopia (progressione miopica). 

L’ortocheratologia può essere indicata per lavoratori che necessitano di acutezza visiva migliore di quella naturale, per esempio piloti, agenti delle forze armate, vigili del fuoco, lavoratori a contatto con polveri ecc. Altre tipologie di pazienti che potrebbero essere interessati a questo tipo di trattamento sono coloro che vorrebbero essere meno dipendenti dagli occhiali e dalle lenti a contatto a porto diurno, per esempio, l’atleta del fine settimana che con le lenti a contatto trova la polvere irritante, il nuotatore, il motociclista o chiunque cerchi una soluzione non chirurgica per poter vedere bene senza l’ausilio di dispositivi. Non perderete più gli occhiali o le lenti a contatto durante le vostre attività all’aperto!

Miopia ma non solo

Allo stato attuale l’ortocheratologia può correggere molti difetti di vista non solo la miopia. Solo dopo una visita specialistica e dopo alcune prove preliminari, ti confermeremo se sei un soggetto idoneo all’uso delle lenti per ortocheratologia. 

Bibliografia

Overnight orthokeratology is comparable with atropine in controlling myopia. Hui-Ju Lin, Lei Wan, Fuu-Jen Tsai, Yi-Yu Tsai, Liuh-An Chen, Alicia Lishin Tsai and Yu-Chuen Huang, Lin et al. BMC Ophthalmology 2014.  http://www.biomedcentral.com/1471-2415/14/40

Orthokeratology: An Update. Elissa J. Campbell, BOptom, PG.Grad.Oc.Ther Karrinyup, Western Australia. Optometry & Visual Performance.Volume 1,Issue 1.

Myopia control in children through refractive therapy gas permeable contact lenses: is it for real.

Koffler BH, Sears J.J. Am J Ophthalmol. 2013 Dec;156(6):1076-1081.

Orthokeratology for slowing myopic progression in a pair of identical twins. Chan KY, Cheung SW, Cho P. Cont Lens Anterior Eye. 2014 Apr;37(2):116-9